RISPARMIO ENERGETICO INDUSTRIALE: 4 metodi per risparmiare sulla SPESA ENERGETICA della tua AZIENDA utilizzando gli incentivi

coins-1523383_1920
  • La spesa energetica della tua azienda è alle stelle?
  • Il tuo impianto termico o frigorifero è obsoleto e penalizza l’efficienza dell’intero processo produttivo?
  • Stai facendo un intervento di efficientamento o potenziamento degli impianti?
  • Non sai se per la tua tipologia di impresa sono previsti bonus o agevolazioni?

Se anche tu ti trovi in una di queste situazioni fermati e leggi questo articolo per non rischiare di perdere importanti occasioni di RISPARMIO ENERGETICO INDUSTRIALE!

Tanti imprenditori effettuano interventi di ammodernamento ed efficientamento senza sapere che potrebbero ottenere incentivi economici!

Infatti è possibile ottenere diverse tipologie di incentivi, ma molti imprenditori non conoscono questa opportunità o non sono in grado di richiederne il riconoscimento perciò si lasciano scappare questa occasione.

Vuoi iniziare veramente a risparmiare sulla spesa energetica della tua impresa?

Sai quali incentivi hai a disposizione e come ottenerli?

Vediamo insieme i principali incentivi di cui potresti usufruire per ottenere un vero risparmio energetico nella tua azienda.

1 – TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

Si tratta di un vero e proprio incentivo per spingere le aziende a fare efficienza energetica. I Titoli di Efficienza Energetica costituiscono, ad oggi, il principale meccanismo di incentivazione in Italia.

Nel 2015 il 62% dei titoli è stato emesso in ambito industriale, a conferma dell’importanza che questi incentivi ricoprono per il risparmio energetico delle imprese.

Di cosa si tratta?

Un TEE corrisponde ad un risparmio di energia primaria pari ad un Tep (tonnellata equivalente di petrolio). Quindi un’impresa può ottenere 1 TEE ogni 5.300 kWh di risparmio di energia elettrica o di 1.200 Sm3 di gas.

Come si ottiene?

Contribuiscono ai titoli quegli interventi che comportano efficienze superiori rispetto agli standard obbligatori per legge o alle pratiche già diffuse sul mercato.

Quindi se la tua azienda risulta più EFFICIENTE rispetto agli standard di mercato puoi richiedere i titoli.

A quanto ammonta l’incentivo?

Ogni titolo viene poi venduto su un apposito mercato ad un valore che oggi supera i 100€/TEE. In base all’intervento di efficientamento che hai fatto l’incentivo può andare da alcune migliaia a oltre 100.000 €/anno per 5 anni!

2 – BONUS ENERGIVORI

In questo caso non sono necessari interventi di efficientamento o particolari investimenti.

Di cosa si tratta?

Si tratta di un’agevolazione che comporta la diminuzione di alcuni oneri presenti nella bolletta di energia elettrica.

Come si ottiene?

Le imprese manifatturiere a forte consumo di energia elettrica che hanno determinate caratteristiche (per saperne di più leggi la nostra FAQ) possono iscriversi ad uno speciale registro ed ottenere quindi le agevolazioni.

A quanto ammonta il risparmio?

L’importo dell’agevolazione dipende dai consumi di energia elettrica e da altre caratteristiche dell’azienda. Per farti un esempio: un’azienda nostra cliente che consuma circa 30 GWh/anno ha avuto diritto ad un’agevolazione di 223.000€.

3 – DEFISCALIZZAZIONE

Un altro beneficio che a volte non è conosciuto dalle aziende è costituito dalla defiscalizzazione.

Di cosa si tratta?

L’energia elettrica o il gas impiegati direttamente in alcuni processi industriali (es. fusione, produzione di metalli, lavorazione di vetro o ceramica, trattamenti chimici etc) non sono soggetti ad accisa. Significa che NON paghi alcuni oneri normalmente previsti per il consumo di prodotti energetici.

Come si ottiene?

Per ottenere la defiscalizzazione è necessario istituire una pratica presso l’Ufficio Tecnico di Finanza competente per il territorio.

A seconda della tipologia di vettore energetico utilizzato (energia elettrica o gas) e della porzione di consumi defiscalizzabile ci sono diverse modalità di richiesta ed ottenimento della defiscalizzazione. In alcuni casi basta fare un’apposita comunicazione al tuo fornitore (l’azienda che ti fattura le bollette), in altri sono necessari sopralluoghi mirati e l’installazione di misuratori dedicati.

A quanto ammonta l’incentivo?

Anche in questo caso il risparmio energetico dipende dai consumi e va valutato caso per caso: per farti un esempio, uno dei nostri clienti che si occupa di stampaggio di materiali metallici può defiscalizzare il 70% dei propri consumi di energia elettrica, con un beneficio economico di circa 25.000€/anno.

4 – DIAGNOSI ENERGETICA

L’ultimo incentivo di cui ti parlo è riservato alle Piccole e Medie Imprese (PMI), ovvero a quelle aziende che hanno meno di 250 dipendenti e meno di 50 milioni €/anno di fatturato (o meno di 43 milioni di €/anno di bilancio).

Di cosa si tratta?

La Diagnosi energetica industriale (o audit energetico) è un’analisi tecnica approfondita della realtà aziendale e dei processi produttivi sotto il profilo dell’efficienza energetica. In questo periodo stanno uscendo bandi regionali con l’obiettivo di finanziare in parte questo importante servizio per le aziende.

Come si ottiene?

Ad oggi è uscito il bando per le imprese della Lombardia e del Piemonte ma presto uscirà anche in altre regioni. Per ottenere il finanziamento bisogna effettuare una richiesta tramite i portali messi a disposizione dalle Regioni.

A quanto ammonta l’incentivo?

Il finanziamento copre il 50% delle spese per la diagnosi, fino ad un massimo di 5.000€ per ogni stabilimento.


Potresti essere già idoneo senza saperlo!


Energika, Esco certificata secondo la norma UNI 11352, è in grado di identificare gli interventi o le aziende che hanno diritto ad un incentivo, quantificare il risparmio energetico industriale e istruire le pratiche necessarie per ottenerlo.

Quindi per riassumere:

  • Se devi effettuare un nuovo intervento di efficientamento e vuoi sapere come ridurre i tempi di rientro del tuo investimento
  • Se hai cambiato una macchina o una linea produttiva nell’ultimo anno
  • Se hai già in programma un investimento e vuoi sapere come massimizzare anche il risparmio energetico della tua azienda
  • Se vuoi sapere se il tuo processo ha diritto ad una defiscalizzazione o se la tua azienda è energivora
  • Se sei una PMI e vuoi capire come risparmiare sulla diagnosi
  • Se vuoi rimanere aggiornato su incentivi e finanziamenti

Non perdere altro tempo e CONTATTACI! Ti spiegheremo come sfruttare opportunità nascoste che non conoscevi…

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo!

Hai qualche domanda?

Chiedi ad un nostro consulente

Iscriviti alla newsletter

Azienda (*)
La tua email