Energika sul Resto del Carlino: «Dai prezzi alle rinnovabili Ecco come risparmiare»

Nov 2, 2022

Paolo Paglierani guida un’ azienda riminese di consulenza energetica Ha scritto un vademecum per le imprese diventato best seller su Amazon
di Giuseppe Catapano. Gli imprenditori alle prese con il caro bollette possono trovare un po’ di conforto nella lettura.C’è un libro, scritto da un riminese che di mestiere fa l’ imprenditore e il manager, che può aiutarli a superare le difficoltà. Paolo Paglierani, amministratore di Energika, azienda leader nella consulenza in ambito energetico all’ industria e al terziario, ha realizzato un vademecum per districarsi nel mercato dell’ energia. S’intitola:’Guida all’ uso consapevole dell’ energia: un manuale pratico per risparmiare sui costi delle bollette energetiche‘.

Uscito a settembre, il libro è già diventato un best seller, primo per vendite su Amazon nella classifica della sezione ‘Scienze, tecnologia e medicina’.

Paglierani, il momento difficile ha favorito l’ interesse per il suo vademecum. Si aspettava un simile riscontro? Energika instervistata sul Resto del Carlino

«No, anche se ci speravo. Ho pensato che un manuale con informazioni pratiche potesse aiutare gli imprenditori, le recensioni mi fanno capire di aver centrato l’ obiettivo».

Energika è stata capace di generare per i propri clienti un risparmio di 20 milioni di euro nell’ ultimo anno di fornitura: come si fa a tagliare la spesa per l’ energia?

«I prezzi sono dinamici e instabili. Si tratta di una variabile su cui non possiamo intervenire direttamente, mentre si può fare attenzione cercando di cogliere i momenti in cui i prezzi scendono. A quel punto chi acquista energia può
chiedere al fornitore di rinegoziare le tariffe».

Perché un fornitore dovrebbe essere disposto ad abbassare i prezzi?

«Il mercato è liberalizzato, quindi è onere del consumatore chiedere di rivedere i prezzi. Altrimenti si può scegliere un fornitore alternativo».

Cosa consiglia agli imprenditori per ridimensionare i consumi?

«Bisogna abituarsi a gestire il consumo attraverso una gestione più razionale, per ridurre l’ importo della bolletta».

Sì, ma come?

«Le possibilità sono diverse. Dal recupero del calore perso nelle attività produttive all’ efficientamento dei
macchinari, fino a interventi di carattere gestionale e all’ utilizzo di fonti rinnovabili.
Noi entriamo in azienda, cerchiamo di capire dove sono le inefficienze e valutiamo le soluzioni migliori per
rimediare».

Con questi accorgimenti quanto si può risparmiare sulla bolletta?

«Anche il 30%: per le realtà più grandi, vuol dire centinaia di migliaia di euro».

I rincari mettono a rischio il futuro di qualche azienda?

«In alcuni casi sì. Ad esempio ci sono albergatori che prospettano la chiusura dell’ hotel, se lo scenario non dovesse cambiare».

Quando ne usciremo?

«Non siamo ancora all’ apice, con l’ inverno alle porte. Nel primo trimestre 2023 sarà ancora dura, poi auspichiamo
un ridimensionamento del problema».